Ideologia Gender? Pianeta Milk Verona Lgbt* Center scrive una lettera al Comune di Cerea.

Ideologia Gender? Pianeta Milk Verona Lgbt* Center scrive una lettera al Comune di Cerea.

Egregio Sindaco, Egregi/e Assessori/e, Egregi/e Consiglieri/e,

abbiamo appreso da articoli di stampa (L’Arena del 6.12.2017 [1] e del 8.12.2017 [2]) che il Comune di Cerea ha deliberato una modifica del proprio regolamento comunale per la richiesta di Patrocinio, che sarà quindi negato alle associazioni e agli enti che, secondo un non chiaro metodo di valutazione, saranno ritenute promotrici della cosidetta “Ideologia del Gender” 
(“Se ci saranno iniziative a sostegno dall’ideologia gender, promosse da associazioni o da altri enti, a quelle negheremo il patrocinio” dichiarazione del Sindaco).

Terapie ripartive in Italia

In Italia c’è ancora chi prova a curare l’omosessualità, una legge punirà le terapie riparative 
Una minoranza di psichiatri e psicologi è convinta di poter convertire l’orientamento sessuale. Per molti sono trattamenti antiscientifici, inutili e spesso pericolosi. Ora un ddl depositato al Senato chiede di punire i professionisti che applicano le terapie riparative su soggetti minorenni
di Marco Sarti

Leggi tutto l'articolo su LINKIESTA

A Cerea nessun patrocinio a chi promuove il Gender

Nel nome dello spettro «gender», l'amministrazione leghista di Cerea negherà ogni patrocinio alle associazioni lgbt Ancora una volta la discriminazione porta il nome di Mario Adinolfi. È infatti il rappresentante del suo partito ad aver presentato una vergognosa mozione che è stata prontamente approvata dall'amministrazione leghista di Cerea (in provincia di Verona) in cui si chiede l'esplicita elusione dai patrocini a qualunque iniziativa promuova il rispetto per la comunità LGBT. L'offendeva è passata attraverso una riscrittura dell'articolo 8 del regolamento comunale in materia di concessione di patrocinio, sostituendo il precedente testo che chiedeva di evitare l'uso di termini ed espressioni che risultassero direttamente o indirettamente offensivi dell’identità di genere con un nuovo testo che imporrà un'indagine nelle mutande dei cittadini in modo da imporre l'uso del maschile riferito a chiunque abbia un pene e del femminile per chi ha una vagina. Ed ovviamente non è mancato il solito ricorso allo spettro "gender" quale giustificazione alla discriminazione. L'amministrazione sostiene infatti che si tratti di un'iniziativa volta a «negare il patrocinio a eventi promossi da associazioni che sostengono l’ideologia gender». 

Leggi tutto l'articolo su: https://gayburg.blogspot.it/2017/12/nel-nome-dello-spettro-gender.html

GPA; Padri gay, il primo studio italiano

IL PRIMO STUDIO ITALIANO SUI FIGLI DI PADRI GAY NATI CON GESTAZIONE PER ALTRI 

Un anno di lavoro di ricerca, interviste ed elaborazione dei dati. Quaranta famiglie con coppie di padri gay e altrettante con coppie di madri lesbiche. Un totale di 31 bambini nati grazie alla gestazione per altri intervistati direttamente. Sono solo alcuni dei numeri di uno studio in quattro parti condotto da Nicola Carone, dottorando in Psicologia sociale, dello sviluppo e ricerca educativa e supervisionato dai professori Vittorio Lingiardi e Roberto Baiocco, rispettivamente docenti dei dipartimenti di Psicologia dinamica e clinica e di Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione dell’Università La Sapienza di Roma. Di questo studio, oggi la rivista accademica edita dall’Università di Oxford ha pubblicato la prima parte. “Si tratta del primo studio sulle coppie gay e i figli nati da gestazione per altri in Italia” spiega a Gaypost.it Nicola Carone.

Leggi tututto l'articolo su: http://www.gaypost.it/primo-studio-italiano-padri-gay-gestazione-per-altri

Arcigay: Il Consiglio Nazionale dice si allo IUS SOLI

Il Consiglio nazionale di Arcigay, riunitosi a Bologna il 25 e 26 novembre, ha votato all’unanimità un ordine del giorno a sostegno della legge sullo ius soli, che nei prossimi giorni sarà posta al voto in Senato. “Sosteniamo compattamente e con convinzione questa iniziativa – spiega il presidente di Arcigay, Flavio Romani – che corrisponde in pieno al nostro impegno e alla nostra battaglia per i diritti civili. Non solo: respingiamo con forza gli allarmi di chi usa temi come omofobia e misoginia per far leva sulla paura dello straniero e affossare questa iniziativa di legge: è incredibile che la politica italiana, una delle più misogine e omofobe d’Europa, usi questi argomenti. Si tratta di una grave mistificazione, che tenta di associare femminicidi e omofobia alla popolazione immigrata, mentre i dati raccontano clamorosamente tutt’altro. Arcigay, vogliamo ribadirlo, è assolutamente a favore del riconoscimento della cittadinanza italiana a tutti i ragazzi e le ragazze che sono nati nel nostro Paese, che qui hanno frequentato le scuole, parlano la nostra lingua, e sono di fatto parte integrante e preziosa del nostro tessuto sociale. In questo senso annunciamo sin d’ora il nostro sostegno a tutte le iniziative e le mobilitazioni che in ogni parte d’Italia alzeranno la voce per chiedere il riconoscimento di questo diritto fondamentale”, conclude Romani. Bologna, 27 novembre 2017

Attivismo. Non Una di Meno e Pianeta Milk insieme per Tdor e contro violenza sulle donne

VERONA – Domenica 19 novembre le associazioni Non Una di Meno e Pianeta Milk (Verona LGBT Center Arci-Gay – ndr) sono scese in piazza a Verona per celebrare le ricorrenze del Tdor, ossia il Transgender Day of Remembrance, ricorrenza internazionale celebrata il 20 novembre dalla comunità LGBT (Sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender – ndr) per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (Transfobia – ndr) e la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, designata per il 25 novembre e istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come azione concreta di ribellione alla violenza maschile, tramutatasi negli anni in femminicidio.

:: leggi l'articolo e le interviste su CRUDIEZINE MAGAZINE AND ACTIVISM articolo di Michele Calamaio


:: Le foto del 19 Novembre 2017 - INSIEME CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

:: Raccolta Articoli e Comunicati su Google+